Giovedì, 1 Dicembre 2022

Brianza NEWS

= Missaglia : il Monastero riprende le attività insieme a Brianza Channel = Autodromo chiede scusa per i disservizi durante il GP =Russia : fuga dal reclutamento militare = FdI conquista la Vittoria =

Mostra " Luoghi Invisibili "

Fotografia

sabato, 15 ottobre 2022


Le Opere di Elend Zyma in Mostra vicino al Duomo di Monza

I luoghi invisibili “ di Elend Zyma

 

Il modo migliore per nascondere qualcosa , è metterlo in bella vista ,,.

.Cosi Edgar Allan Poe , nel suo racconto de” La lettera rubata “ , spiegava come la gente comune non prestasse attenzione a quello che vedeva tutti i giorni davanti a se ..

Probabilmente è anche la teoria che vuole dimostrare Elend Zyma , un artista di origini Albanesi ,classe 1978 , ormai inserito a pieno titolo nel mondo dell’Arte di avanguardia italiano , e Monzese in particolare ...,

Arrivato in Italia giovanissimo,dopo anni di studio, prima al liceo artistico Onufri di Elbasan (sua città natale) e poi alla nuova Accademia di Belle Arti di Milano dove si è laureato con il massimo dei voti. L’artista realizza su tela le sue emozioni e sensazioni più intime , trascendendo e attraversando un percorso onirico per offrire una visione molto particolare che viene ispirata dal suo animo , per dimostrare le differenze che interpretano molti tipi di personalità, fino al concetto di Archetipo e all'ispirazione dei sogni .

E’ in pratica quello che Carl Gustav Jung descriveva come l’estroflessione dell’archetipo inconscio .

E  proprio nel mondo onirico troverebbero spazio i significati inconsci di Elend ,  che non trovano espressione nei luoghi e nella vita di tutti i giorni.  .

 

L’Artista ha saputo conservare la sua cultura natia del Paese delle Aquile , che lo accompagna da una composizione all'altra, dove le linee essenziali diventano predominanti , nette e forti .. come il carattere del suo Popolo .

E' importante che quel che emerge soprattutto dal disegno delle linee , dove l'evento artistico viene concepito in un processo di semplificazione, quasi di spiritualizzazione, attraverso poche, ma ricche strisce pittoriche, dove l'armonia nasce dalla forma e dall'intensità della luce.

Più che di espressioni grafiche , si tratta di momenti emotivi fuggevoli, quasi un concerto di colori che va potenziandosi via via in un orgasmo di passione .. Non dimentichiamo che nel suo DNA c è lo spirito ancestrale della sua Città natale Elbasan , il cui cuore è Kala, il castello costruito nel 1466 sulle fondamenta dell’antica città illirica di Skampini.

  Secoli di cultura e Spiritualità che in qualche modo guidano i suoi pennelli sulle tele .

 

Le visioni che emergono delle opere  di Elend , su Lenzuoli , legno e altro materiale ,   è uno straordinario risultato di un’arte personale che non vuole essere rinchiusa in un concetto o codice stilistico-espressivo , come di solito fanno le Guide d’Arte ..

Vi invitiamo a visitare la sua Mostra Personale : “LUOGHI INVISIBILI” presentazione di Alberto Moioli con la presenza dell’Assessora alla Cultura Arianna Bettin

INAUGURAZIONE sabato 5 novembre 2022 ore 18.00 – 20.00 Salone del Granaio via Canonica 4/D Duomo Monza sabato 5 – domenica 6 ore 11.00 –

 

By James F. Baker